4E1C2BD9-0CD5-4776-B513-9ED5AA9E3487
  • 6 gennaio 2020

Les Vepres Siciliennes, TEATRO OPERA DI ROMA

 Opera Wire
Baritone Roberto Frontali convinced in the role of Guy de Montfort, transitioning expertly from a ruthless military man to a man confronted with deeper concerns, namely the discovery that he has a son whom he wishes to win over. He must accomplish this without the ability to completely shed his demanding and threatening personality. He gave a strong singing performance of which his opening Act three aria, “Au sein de la puissance,” was his standout contribution: paying careful attention to dynamics and the emotional stresses of the line, he produced a very human portrait of man at an existential crossroads.
Alan Neilson

 

La Noivelle Vogue

Sul fronte dei protagonisti c’è da riconoscere l’eccellenza per il Guy de Montfort di Roberto Frontali che riesce, nella pienezza dei suoi mezzi espressivi, a trasmettere la fragilità dell’uomo e la perfidia del suo ruolo politico attraverso una gestualità credibilmente sincera e una vocalità unica.

Emiliano Metalli

 

Teatrionline
Grandioso, esattamente come l’opera, il cast con un magnifico Roberto Frontali (già Rigoletto lo scorsi anno), eccellente Guy de Monfort ottimo anche nelle pieghe psicologiche del personaggio…..
Paola Raponi

Resmusica

On salue l’excellente performance du grand baryton Roberto Frontali, qui s’impose sur scène dans le rôle de Montfort…

 

www.pierachilledolfini.it

Roberto Frontali colora di sfumature malinconiche e crepuscolari Guy preferendo mettere in luce le fragilità dell’uomo piuttosto che le sinistre certezze del tiranno.

Pierachille Dolfini

 

backtrack

A moment of fierce poignancy was the duet with his father, here Roberto Frontali, who performed with a self- control that made his role even more effective. The progress from inflexible tyrant to loving father was portrayed with great finesse.

Renato Verga

 

Toutelaculture

Roberto Frontali campe Montfort, l’autre brute de l’histoire, et ofu re un double assez étonnant de Procida. Le baryton, …..donne au personnage toute l’ambiguïté de l’intraitable gouverneur français dont le talon d’Achille – qui le conduira fatalement à sa perte – est l’amour pour ce ils qui le rejette. Le solo du début d’acte III chanté d’une voix qui traduit le désarroi, sansets inutiles, soutenu par les cordes magnificament dirigées par le chef, était d’une beauté poignante.

Paul Fourier

 

il sole 24 ore

si canta per recitare e teatro-canto é quello di Roberto Frontali….

 

il corriere musicale

Nel caso di Roberto Frontali, ormai sessantenne, si sarebbe ormai pronti ad annotare con agetto i segni del declino vocale: il suo Montfort romano, con quelle mezzevoci che addolciscono il personaggio dai modi tirannici e impreziosiscono il baritono dalla pasta ruvida, mostra al contrario quale eterna giovinezza derivi dalla sottigliezza interpretativa e dalla consapevolezza tecnica.

Francesca Lora

www.connessiallopera.it
Autoritario e severo, ma anche padre affettuoso e capo – invano – clemente è il Montfort del baritono Roberto Frontali, magnificamente scolpito con voce piena e stentorea nella sua statura drammatica quanto mutevole grazie a un’ampia gamma di accenti espressivi.
Paola De Simone

 

 

Il trillo parlante

Guy de Montfort è Roberto Frontali, baritono con grande esperienza che riesce a descrivere un uomo emozionato nel ritrovare il figlio; tutta la sua grande aria “Au sein de la puissance” è giocata sulle parole “Mon fils” posizionate nei momenti chiave e da Frontali espanse fino al parossismo emozionale. Il duetto che segue con Henri incorpora la melodia principale della sinfonia, melodia che viene prima cantata da Frontali e poi ripresa a fine duetto da Osborn. Un duetto centrale, particolarmente rifinito da Verdi, dove Frontali ha modo di sviluppare il suo personaggio con un canto sempre sostenuto, senza nessuna difficoltà nella parte che spinge verso l’acuto.

Fabio Tranchida

 

GBopera

Roberto Frontali ha impersonato Guy de Montfort con convincente autorità e autentica tenerezza paterna……
Francesco Giudiceandrea

Platea Magazine
Sin duda, Roberto Frontali fue el más destacado cantante de la noche. La nobleza musical que Verdi otorga a sus “padres operísticos” hace que, en manos de un cantante de la calidad de Frontali, se vivan momentos de gran emoción. Para muestra la bellísima aria Au sein de la puissance, toda una lección de cómo se tiene que cantar Verdi.
Javier Del Olivo

 

 

 

Il messaggero

Roberto Frontali,nei panni di Monfort, è una garanzia:grazie alla sua esperienza, riesce a dare un efficace ritratto di padre, in particolare all’inizio del terzo atto
Luca Della Libera

 

Giornale della musica
Grandioso Roberto Frontali, che di Monfort, lo spietato governatore della Sicilia, rivela la vulnerabilità dell’uomo solitario e la tenerezza del padre amorevole e deluso.
Mauro Mariani

 

 

Opera e opera
Roberto Frontali è un egregio Montfort e Michele Pertusi è un encomiabile Procida. I due veterani verdiani si esprimono con una morbidezza, un fraseggio e un uso della parola scenica davvero superlativi; la loro performance è una lezione di canto.
William Fratti

Recent posts

  • 4E1C2BD9-0CD5-4776-B513-9ED5AA9E3487

    Les Vepres Siciliennes, TEATRO OPERA DI ROMA

    Read more >>
  • D725FFB0-D081-4479-8A4D-E02B5DA39EEA

    Masterclass Scuola dell’Opera del Teatro Comunale di Bologna

    Read more >>
  • 7D0AB823-EE36-48C8-8878-8BF17F00E88E

    Macbeth MOF 2019 SFERISTERIO MACERATA

    Read more >>