BCEB1CB4-4595-4774-B8F9-2149BD9E785B
  • 29 gennaio 2022

Tosca Opera di Roma dicembre 2021

www.apemusicale.it

Roberto Frontali canta uno Scarpia luciferino, perfettamente centrato vocalmente; il baritono esprime al meglio gli accenti ambigui del personaggio, sfruttando tutti i colori della sua tavolozza. In tal senso, splendidi risultano sia il potente «Te Deum» che l’aria del II atto, «Ha più forte sapore», dove Frontali si dimostra interprete raffinato, scrostando Scarpia di molti cliché interpretativi tradizionali (e non per questo probi). Ciò che rimane della performance di Frontali è la calda vibrazione della sua voce che legge ogni pagina della parte e una recitazione pacata ma di sicuro effetto.
Stefano Ceccarelli

GBopera magazine

Roberto Frontali ripete con risultati più che positvi la propria interpretazione di Scarpia conferendo al tratto aristocratico e distaccato del personaggio un che di satanico, come di belva che attenda sicura la propria preda.
Francesco Giudiceandrea

TeatrionLine.com

È sempre autorevolmente perfetto il baritono Roberto Frontali che interpreta Scarpia regalando a ogni parola e ad ogni frase, colori e intonazioni diverse.
Fabiana Raponi

Operaclick.com

Molto applaudito anche l’ormai rodatissimo Scarpia di Roberto Frontali, cantante-attore di grande esperienza. Il fisico, le espressioni, la voce e la gestualità: tutto sembra concorrere a delineare uno Scarpia senza tempo. Sicuramente tra i più grandi interpreti contemporanei del ruolo. Vocalmente parlando, il Te Deum con cui si conclude il primo atto e l’intero secondo atto lo vedono sicuro e ben amalgamato agli altri interpreti e all’orchestra.
Michelangelo Pecoraro

Operagazet

Scarpia was sung by Roberto Frontali, who as a veteran performed the role with great elegance and confidence. His voice could be threatening when necessary, falsely persuasive, imperative, in any case able to perfectly characterize the di#erent facets of the terrible Baron.
Tiziano Virgili

ieri,oggi,domani,Opera!

Ugualmente apprezzato è stato il Barone Scarpia, interpretato da Roberto Frontali, con una voce possente e una presenza scenica imponente. Anche il “Te Deum”, rappresentato maestosamente, è stato molto applaudito.
Sara Feliciello

Connessi all’Opera

Per la resa dei protagonisti si procede in ordine di qualità. Un grande plauso spetta al non facile ruolo del barone e carnefice Scarpia di Roberto Frontali, solido come una roccia per emissione, accenti e portamento scenico: il suo canto prende forma, volume e tempra fra le armonie sghembe del suo grottesco tema, si insinua lungo una mobilità crescente alimentando con malizia i sospetti nella gelosa Tosca, declama con odiosa potenza e mercanteggia con lascivo melos, per poi stringere vocalmente con forza e tensione inaudite il torchio fra interrogatorio, tortura e confessione.
Paola De Simone

Recent posts

  • 65CC7AA8-DD97-4BBC-B5B7-A70EEF5A7CB0

    Il mio cattivissimo Scarpia-intervista sul Corriere Fiorentino

    Read more >>
  • 1A708634-8C6D-4FDA-8DE1-283F2B532F71

    Tosca-Torre del Lago-Festival Puccini 2022

    Read more >>
  • 9BFAEBEB-7FCA-498A-8BD7-82851019BC60

    La Gioconda -Ponchielli-La Scala 2022

    Read more >>